MUG MAI UNA GIOIA: LE TAZZE DI CBIB.      #FINALMENTE 

La Situa – il libro

A causa del dilagare del COVID-19 nei primi mesi del 2020 l’Italia, e gli italiani, si trovano a vivere in lockdown.

Il disagio è tangibile, la situazione è spiazzante, le persone si trovano forzatamente a vivere un periodo totalmente nuovo della loro esistenza. Alcuni continueranno a lavora come prima, e più di prima (ma in un contesto radicalmente diverso), altri conosceranno lo smart-working, altri ancora saranno lasciati semplicemente a casa in ferie più o meno forzate o in cassa integrazione.

In tutto questo, da quasi un anno, su Instagram stava fiorendo una piccola community legata alla pagina Cose Brutte Impaginate Belle (@cosebrutteimpaginatebelle): i CosiBrutters. Il concept di questo progetto era l’ironia sul disagio, ma espresso in modo grafico elegante. Perché anche nel male, bisogna avere stile. E quindi eccolo impaginato con una delle font più iconiche della tipografia: l’Helvetica. Da qui nasce una delle prime frasi note “Come va? Male. Però in Helvetica“.

Il crescente disagio, nel rispetto di chiunque si sia trovato in gravi difficoltà in questa situazione, non poteva passare inosservato ad un profilo di questo tipo, ecco quindi che – senza alcuna progettualità – un giorno il suo admin Andrea Antoni (noto anche come @stailuan), chiese “banalmente” tramite le stories di Instagram quale fosse “La Situa” dei suoi amici virtuali. Dei suoi followers. Era il 14 marzo 2020.

Tutto il resto è storia nota. O meglio è storia di questo libro.

Una narrazione ironica delle vite degli italiani in lockdown, ripercorsa tramite piccoli messaggi di testo anonimi inviati dagli utenti stessi, in prima persona. Una sorta di mega gruppo virtuale di auto aiuto al disagio, dove la parola d’ordine era una, ed una soltanto: (R)esistere.

Il libro de La Situa è stato pensato di dimensioni 16×23 cm e avrà 200 pagine circa e, per il primo step, è previsto venga realizzato in 100 copie.

Ti sembra troppo lungo? Non ti preoccupare, la resa grafica dei box con le risposte porta via molto spazio, non sarà assolutamente un “mattone” da leggere.

Un’ironica introduzione ad ogni giornata, le immagini dei post realizzati durante il lockdown e alcuni scatti tratti dalle stories, completeranno l’opera.

Tutta in bianco e nero e tutta, ovviamente, in Helvetica.

ACQUISTA LA TUA COPIA QUI!

Il libro è andato in stampa grazie al crowdfunding realizzato su Eppela e ora, se vuoi, puoi acquistare anche tu una copia ma soltanto da questo sito.

CLICCA QUI

Articoli correlati

I Brutters si raccontano tramite desideri impossibili: come vorrebbero essere in un’altra vita?
Il 26 dicembre, su Cose Brutte Impaginate Belle, si tiene il torneo dei manicaretti cucinati male in occasione del Natale.

Prodotti in evidenza

Ricerca...