MUG MAI UNA GIOIA: LE TAZZE DI CBIB.      #FINALMENTE 

CBIB story: l’epopea di Barack O’llama

Capo Brutters e Barack, in una spettacolare foto realizzata in occasione del secondo PicNic Brutto.

Nella community di Cose Brutte Impaginate Belle ci sono molte mascotte: alcune reali, altre un poco meno. In questo articolo scopriremo una di quelle un poco meno, e la sua storia: Barack O’Llama.

Riprendendo una citazione “coltissima” proposta da Francesco Martinelli (intervistatore ufficiale de L’Audio Situa, il podcast ufficiale di Cose Brutte Impaginate Belle) “La Situa, secondo me, per certi versi è come Bim Bum Bam, il contenitore di cartoni animati di quando noi eravamo bambini… e come Bim Bum Bam aveva il suo Uan, anche La Situa ha le sue mascotte“. E parlando di questo argomento, escludendo Giuseppy, una delle più note è di certo Barack O’llama, bla più amata dai Cosibrutters.

L’epopea di Barack è una delle più “ignoranti” de La Situa perché composta da una serie di particolari spettacolari, ma partiamo dalle basi. Si tratta del mio lama, o alpaca (?), gonfiabile. In pratica nell’estate del 2020 ero andato qualche giorno al mare (Bibione ndr) e mi è stato regalato questo animaletto gonfiabile al quale non sapevo che nome dare. Perché dargli un nome? Non lo so, io ho questa necessità: dare un nome alle cose che mi circondano, una sorta di Adamo delle minchiate. Ad ogni modo a me piace molto andare al mare, ma tendenzialmente per pagaiare con il sup: in spiaggia, sotto l’ombrellone, mi annoio un sacco e ho difficoltà anche a leggere. Così, per passare il tempo, decisi di chiedere alla community di suggerirmi che nome dargli e ho creato il Torneo TreLama composto da una fase di raccolta delle proposte (tipo brainstorming) e una fase ad eliminazione diretta tra le proposte accettate (tipo coppa sportiva, per capirci).

Andrea Antoni e Francesco Lanza (e Barack O’llama) in occasione del PiùNic Brutto.

Il torneo andava sui binari di un canovaccio visto pochi mesi prima, che era quello del Torneo TreGamberi, che era la competizione con la quale istituimmo il nome della prima mascotte, che è quella che potete vedere durante la sigla mattutina de La Situa, che balla mandando cuoricini, che chiamammo GIUSEPPY in onore(?) a Giuseppe Conte. Tra l’altro dimostrammo anche quanto alcuni esponenti politici, ai tempi, fossero sulla cresta dell’onda. Io personalmente odiai quella scelta, c’erano nomi che trovavo molto più avvincenti, come il da me tanto rimpianto FORREST GAMB, ma vinse Giuseppy che dovemmo accettare perché questa è la democrazia.

Del Torneo TreLama credo resti invece indimenticabile, tra le varie proposte geniali pervenute, ALPACHIARA. Ma vinse BARACK O’LLAMA facendoci capire ancora una volta che, per quanto la pagina non faccia politica, alla fine la politica torna sempre dentro in qualche modo nei pensieri dei brutters.

L’altra particolarità incredibile di questo torneo è che @estetistacinica (che già mi seguiva, ma non era solita guardare le mie stories), scoprì quello che stavamo facendo, se ne innamorò profondamente e iniziò a fare una sequenza incredibile di stories nelle quali esortava le FAGIANE (le sue followers) a iniziare a seguirmi. Il risultato? 40 mila nuovi followers in 24 ore.

Tutto questo trambusto per un lama gonfiabile comprato in un piccolo market di Bibione che ora ci accompagna nel disagio, con il suo sguardo dolce ma severo.

Articoli correlati

Presentazione del libro “Teoria del disagio contemporaneo” in occasione del Festival “Che cos’è la Cultura”. Perugia, 2024.
I Brutters si raccontano tramite desideri impossibili: come vorrebbero essere in un’altra vita?

Prodotti in evidenza

Ricerca...